Riccardo Sigaudo al SCI 2nd Annual NPL Securitisation Seminar

 

“Un’attenta analisi del passato è fondamentale per delineare i principali trend del futuro”.

Con queste poche parole possiamo riassumere l’evento SCI, 2nd NPL Securitisation Seminar, tenutosi il 13 maggio a Milano. In rappresentanza di Banca IFIS è intervenuto, nel primo panel dedicato all’NPL Market Overview, Riccardo Sigaudo, Head of Origination del Gruppo.

L’analisi di quanto accaduto lo scorso anno ha fatto da apripista agli argomenti trattati nel corso della giornata: “Nel corso del 2018 sono stati transati all’incirca 66 miliardi (Valore Nominale) di non-performing loans: 24 miliardi corrispondono a vendite dirette mentre gli altri 42 miliardi sono stati transati mediante cartolarizzazione. Solo il 2% di tutte le transazioni di NPL avvenute nel 2018 sono state effettuate nel mercato secondario. Dei 66 miliardi sopracitati, il 95% delle transazioni riferisce a banking portfolios, in cui figurano una solida maggioranza di debitori corporate. I portafogli consumer, dall’altro lato, rappresentano solo il 5% dei volumi di NPL transati” ha spiegato Riccardo Sigaudo.

Questa dettagliata overview sul mercato NPL è stata fondamentale per comprendere la seconda parte del panel, dedicata alle aspettative per il 2019: “Quest’anno ci aspettiamo transazioni per circa 50 miliardi di euro. Di questi 50 miliardi, l’82% verrà transato direttamente o con cartolarizzazione senza ausilio di GACS mentre il restante 18% approfitterà del sistema offerto dalla Garanzia Statale. Le previsioni per il mercato secondario, invece, suggeriscono dati contrastanti rispetto al 2018, con aspettative di transazioni di circa 20 miliardi di euro. I dati emersi dal Market Watch NPL di Banca IFIS sono lo specchio dei trend di mercato del 2018: ci aspettiamo che i banking portfolios saranno anche quest’anno i grandi protagonisti, dato che si attesteranno intorno al 98% delle transazioni, relegando ad un 2% i volumi di portafogli corporate.”

Il ruolo chiave in questo mercato così competitivo e dinamico lo giocheranno i Servicer i quali, ad oggi, si stanno dimostrando la vera arma in più dei principali player italiani: “Banca IFIS si presenta al mercato come uno dei principali investitori. Al suo interno infatti, il percorso intrapreso da IFIS NPL insieme a FBS ha permesso lo sviluppo della prima piattaforma integrata e asset management in Italia, garantendo così un servizio globale per tutte le non-performing exposure” ha concluso Riccardo Sigaudo.